Fashion Design Lab Magazine
giugno 2017 | nº 08
  Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita
Svizzera, Primavera 2018
Roberto Cantini
 
   

Cosa contraddistingue le città svizzere? Esiste uno stile di vita elvetico? Di sicuro le città sono accomunate dalla qualità della vita, dalle ottime infrastrutture e dalla valorizzazione delle offerte culturali e degli spazi verdi. Svizzera Turismo ha selezionato 9 testimonial e più di 120 esperienze per conoscere le città da una prospettiva diversa: quella di chi le frequenta abitualmente perché ci abita o perché qui viene a studiare e a lavorare. Ci sono città, in Svizzera, che paiono studiate apposta per chi ama l'arte e l'architettura. Altre che, con i loro fiori colorati e le piante tropicali, sembrano piccoli paradisi fuori dal tempo e dallo spazio. Ci sono vicoli stretti, finestre decorate, imponenti piazze e parchi sconfinati. Ci sono i laghi, le montagne, le vie per uno shopping esclusivo e quelle in cui tirar mattino. C'è la cultura, c'è la musica. La Svizzera, è un susseguirsi di appuntamenti. Dal Lugano Festival Jazz alla Street Parade che, a Zurigo, attrae gli appassionati di techno-music da tutta Europa, dal Fumetto Festival di Lucerna al Buskers Festival di Berna. Annoiarsi è impossibile. In pochi minuti si passa dall'architettura rinascimentale a quella contemporanea, da una passeggiata tra le camelie a un museo ricco di dipinti e di sculture. In coppia o in famiglia, con i bambini o con gli amici, i grandi e i piccoli centri della Svizzera sono tutti da vivere.

L'acqua scorre abbondante nelle città svizzere conformando il territorio, le abitudini cittadine e le attività sportive. Con la bella stagione le città si trasformano in vere e proprie "riviere": in pausa pranzo, dopo il lavoro e nei weekend i "badi" (bagni in tedesco) lungo fiumi e laghi sono un luogo di ritrovo gettonatissimo. L'urban swimming con le sue ritualità e le sue regole per garantire l'incolumità è una vera mania che accomuna cittadini di ogni ceto ed età come testimonia il direttore della Fondazione Beyeler o il Sindaco di Berna assidui frequentatori di Reno o Aare o la designer di Lucerna, Franziska Brundler, che ha eletto il Seebad - stabilimento balneare costruito in piena Belle Epoque sul lago di Lucerna - uno dei suoi place to be. L'equivalente ginevrino è il Bains des Paquis, frequentato anche d'inverno per fare una sauna o per un pasto nella buvette con vista lago. Naturalmente laghi e fiumi fanno da cornice ai numerosi eventi che animano le città svizzere in ogni stagione. Si possono navigare a bordo di battelli e moderni motoscafi.

Tra i consigli degli insider non mancano quelli legati alla gastronomia e al divertimento notturno al di fuori dei classici circuiti turistici. Il buon cibo, i prodotti a km 0 e la sperimentazione hanno conquistato definitivamente un ruolo da protagonista in Svizzera. A Zurigo un ex consulente finanziario, Seri Wada, ha aperto un forno "in" nel quartiere di Zurich-West che produce croissant e baguette destinati a ristoranti e selezionate bar zurighesi. A Losanna vale la pena cenare alla Brasserie de Montbenon che serve i vini della "Selection L" sviluppati dall'enologa Tania Gfeller, responsabile dei 5 vigneti cittadini. A Friburgo si può visitare il Museo del birrificio Cardinal, accompagnati da un ex mastro birraio; a Berna sipuò invece pasteggiare a birra e piatti tipici all'Altes Tram Depot scoprendo i segreti di questo piccolo birrificio artigianale vicino al Parco degli Orsi. Da maggio sarà online su Svizzera.it la sezione Taste my Swiss Cities per scoprire proprio queste chicche con l'aiuto di guide locali. Per chi ama "mettere le mani in pasta" sono tantissime le esperienze per cimentarsi in prima persona con le attività che contraddistinguono una determinata località. Nel Centre Horloger di Neuchatel si può, ad esempio, assemblare in tre ore un orologio meccanico guidati da un mastro orologiaio. A Berna il Centro Paul Klee organizza dei laboratori di disegno per adulti e bambini.

L'economia creativa zurighese è oltremodo fiorente, lo si percepisce soprattutto nella fucina di arte e design della città: Zurich-West. E' qui che designer del tessile e dei mobili, gioiellieri e stilisti, architetti e grafici hanno collocato i loro atelier e negozi. The Gloss propone ai cittadini urbani e alla moda un popolare mix di marchi quali Wood Wood, Kitsuné e Adidas. Da Walter Vintage Mobel & Accessoires e nel grazioso negozio Bogen 33, tutto ruota attorno a mobili di design e arredamenti vintage. Le manifestazioni di design Kreislauf 4+5 e Blickfang danno un'idea delle numerose proposte creative di Zurich-West. A Zurich-West l'arte gioca un ruolo importante. Negli anni Novanta sulle sponde della Limmat, dove un tempo sorgeva il birrificio LOwenbrau, è nato un complesso per gli appassionati d'arte, alla Kunsthalle Zurich e al Museo Migros di arte contemporanea si allestiscono regolari mostre d'arte, incentrate non tanto su concetti noti, ma sulla collaborazione con gli artisti della propria struttura o di tutto il mondo.

Basilea è considerata la capitale culturale della Svizzera, non solo perché qui, dal 1661, si trova la più antica collezione d'arte pubblica, ma anche perché la città, grazie ai suoi musei conosciuti a livello internazionale e agli eventi importanti, si è trasformata velocemente in uno dei centri nevralgici del mondo dell'arte. I circa 40 musei con mostre di fama mondiale coprono diversi ambiti di interesse, sono in grado di soddisfare tutti i gusti e hanno scritto in parte una pagina di storia della città. La Fondation Beyeler è il museo d'arte più visitato in Svizzera e attrae turisti con mostre di arte moderna e contemporanea di prim'ordine. Nel Museo Tinguely sono custodite le opere più famose dell'artista svizzero Jean Tinguely e presso il Kunstmuseum Basel, la collezione d'arte pubblica più antica del mondo, è possibile ammirare opere che spaziano da Holbein a Picasso e mostre temporanee di altissimo livello. Non è quindi un caso che Art Basel, la più importante fiera mondiale del mercato internazionale dell'arte, abbia luogo proprio qui. Più di 300 espositori selezionati attentamente delle gallerie più famose al mondo fanno della fiera di giugno il più importante museo temporaneo di arte del 20° e 21° secolo. D' estate le sponde del Reno si animano. Gli abitanti di Basilea si godono, inoltre, un'attività ricreativa molto particolare: una nuotata nel Reno. Chi scende nel fiume e si lascia trasportare dalla corrente fino al centro storico e chi trascorre una delle tante tiepide notti estive sulle sponde di Kleinbasel ha l'impressione che il Mediterraneo non sia poi così lontano. Gli indumenti possono essere mantenuti asciutti nel colorato "Wickelfisch", una sacca a forma di pesce creata proprio a Basilea. Chi soggiorna a Basilea può ottenere il meglio dalla ricca offerta culturale grazie alla nuova Baselcard, la guest card personale e gratuita che viene consegnata agli ospiti al momento del check-in e che permette di scoprire la città in tutto il suo splendore. Gli interessanti vantaggi offerti dalla Baselcard comprendono l'utilizzo gratuito dei trasporti pubblici e della WIFI per ospiti e il 50% di sconto sul biglietto di ingresso ai musei di Basilea, allo Zoo o al Theater Basel. E' possibile inoltre partecipare a prezzi ridotti ai percorsi attraverso il centro storico o fare una crociera sul Reno. Con la BaselCard la visita alla capitale culturale della Svizzera si trasformerà in un'esperienza indimenticabile. Info: www.basel.com

Lugano, una delle città più grandi e conosciute del Canton Ticino e della Svizzera Italiana, si mostra fin da subito come uno splendido crogiolo di culture e correnti artistiche, ricca di gioielli architettonici che variano in stile e accontentano sia gli amanti dell'architettura antica, sia gli appassionati di quella moderna e contemporanea. La tradizione architettonica ticinese affonda le proprie radici a prima dell'anno mille: è questo il territorio che diede i natali ai maestri comacini, intelvesi e campionesi. Una tradizione che si è rinnovata nei secoli e che si può facilmente ammirare durante una semplice quanto piacevole passeggiata lungo il lago e attraverso il centro di Lugano. LAC, Lugano Arte e Cultura è stato inaugurato nel 2015 come luogo di condivisione fra diverse discipline artistiche. Sin dalla sua configurazione architettonica, testimonia la propria vocazione di realtà aperta che vuole favorire l'incontro tra le arti, gli artisti e la collettività.

Dopo 7 anni di restauri, la cattedrale di San Lorenzo ha riaperto i battenti il 14 ottobre 2017. Non soltanto pietre, non una chiesa qualsiasi, ma un patrimonio storico e artistico per tutti i ticinesi. Il monumento sacro per antonomasia, di origine altomedievale, era stato ricostruito nel XV secolo, mentre il titolo di Cattedrale gli era stato conferito nel 1888. Della Chiesa romanica originaria restano oggi i pilastri e gli archi della navata, mentre i corali, e le navate laterali sono gotiche. L'altare maggiore e altri arredi sono invece barocchi.

Pablo Picasso sbarcherà a Lugano nella primavera 2018 con una mostra organizzata negli spazi del Museo d'arte della Svizzera Italiana di Lugano, presso il Centro culturale LAC. Il titolo della mostra sarà "Picasso, un autre regard" e comprenderà lavori dall'inizio del '900 alla morte attraverso i vari periodi che hanno contraddistinto la produzione dell'artista.

Per chi desidera imparare di più a proposito dell'architettura ticinese, è sicuramente da non perdere il tour sull'architettura organizzato dell'Ente Turistico del Luganese in collaborazione con l'Istituto Internazionale di Architettura di Lugano. E' una passeggiata accompagnata da esperti del settore alla scoperta del patrimonio architettonico della città ad opera di grandi artisti, un viaggio tra il glorioso passato e l'avveniristico presente che permette di ammirare Lugano con occhi diversi.

La Svizzera e l'Europa ancora più vicine grazie ai nuovi collegamenti internazionali, con i treni Eurocity direttamente in centro città. Comodo, veloce, conveniente: chi desidera scoprire il fascino delle città elvetiche sceglie la praticità dei collegamenti Eurocity per il suo viaggio dall'Italia. Da Milano e Venezia partono regolarmente treni diretti per Basilea,Berna, Ginevra, Losanna, Lucerna, Lugano e Zurigo. Grazie al nuovo tunnel del San Gottardo sempre più persone hanno potuto apprezzare i vantaggi del treno per il loro viaggio dal sud al nord delle Alpi. Per una panoramica completa sulle migliori proposte sulla Svizzera con i treni Eurocity, è sufficiente visitare il sito www.svizzera.it/intreno.

Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 | © Svetlana Peric Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 | © Heewon Lee
 
Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 | © Kunstmuseum_Basel Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 | © Rodolphe Sanderson
 
Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 Swiss Urban Feeling: le Città svizzere Basilea, Lugano, Zurigo. Natura, cultura, lifestyle: le città attraverso gli occhi di chi le abita | Svizzera, Primavera 2018 | © Snezana Timotijevic Cosic
 
Fashion Design Lab Magazine · firenze, via de' bardi 36 · magazine@fashiondesignlab.com · iscrizione tribunale di firenze n. 5674 del 29.09.2008 · web design: blue klein